29 gennaio: la memoria e le cose da ricordare

Una decina di giorni fa un editoriale del Washington Post criticava aspramente Google e i suoi Doodle. La critica maggiore, e più scontata, è che Google usa personaggi storici per farsi pubblicità – legittimo, ma non il massimo dell’etica. Il fatto più interessante – inquietante? Moyer lo definisce orwelliano – è che ovviamente Google decide ogni giorno cosa farci ricordare e cosa no.

Il compleanno di Martin Luther King va bene, la morte di Lenin 3 giorni dopo no; Simone de Beauvoir merita di essere ricordata, Che Guevara no. Google spiega che “la selezione dei Doodle mira a celebrare eventi interessanti e anniversari che riflettano il carattere di Google e il suo amore per l’innovazione”.

Fatto sta che miliardi di computer si accendono ogni giorno e scoprono attraverso Google cosa, di notevole, è successo nel passato: chiaramente, ciò che è omesso è altrettanto importante di quel che è celebrato. E di omesso c’è tantissimo. In più di 15 anni di Doodle, non c’è stato un momento per Malcom X, Jan Palach, Churchill, Cristo, Marx, Freud. Ci sono stati tantissimi momenti, invece, per indicare personaggi rivoluzionari soft, senza sangue, il politically correct, il femminismo; tutto quelle lotte, cioè, che Slavoj Zizek nel suo libro The year of dreaming dangerously indica come strumenti utili alla borghesia per confermare la propria superiorità rispetto alle classi inferiori, “patriarcali e intolleranti”.

Se anche non tutto è politico, ciò che Google pubblica ogni giorno per miliardi di persone lo è di certo.

Adriano Mancinelli – @Admancinelli

Annunci
Contrassegnato da tag , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: