22 Luglio: gli Uffizi non sono Ponte Vecchio

Oggi prendo spunto da una discussione nata qualche giorno fa sul gruppo FB del blog “Briciole Politiche”. Ho già espresso la mia contrarietà alla decisione dell’amministrazione fiorentina di chiudere al pubblico ed affittare per qualche ora Ponte Vecchio. Ma non capisco perché si voglia operare una similitudine con la possibilità concessa a chiunque ami l’arte e possa pagare per questo, di prendere in affitto, in orario di chiusura al pubblico, alcuni musei o altre località storico-artistiche. Le due cose sono profondamente diverse. Due brevi riflessioni. Primo, se è vero che dobbiamo tutelare e valorizzare il nostro patrimonio artistico, perché non concedere la possibilità a un privato che possa permetterselo e sia interessato a farlo, di contribuire? Secondo, se è vero che è la povertà che dobbiamo combattere, e non la ricchezza, perché si critica una scelta come questa che non solo non arreca alcuno svantaggio alla cittadinanza in genere ma anzi permette – in prospettiva – di rendere economicamente più vantaggiosa la fruizione delle località storico-artistiche in questione? Un ponte è un luogo pubblico; un museo un luogo aperto al pubblico. Distinguiamo, ragioniamo e valutiamo attentamente costi e benefici.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: